Il mercato del lavoro in Italia: evidenze per ripensare le politiche del lavoro

dc.contributor.authorINAPP
dc.date.accessioned2023-12-13T11:51:32Z
dc.date.available2023-12-13T11:51:32Z
dc.date.issued2023-12-14
dc.description.abstractCapitolo 1 del Rapporto Inapp 2023 - Propone dapprima una discussione del quadro macroeconomico che evidenzia come, nonostante la ripresa post-pandemica dell’Italia sia stata più marcata rispetto a quella di altre economie avanzate, il nostro Paese sopporti una forte riduzione del potere d’acquisto e un modello di sviluppo condotto dai profitti piuttosto che dai salari. Le evidenze circa il funzionamento del mercato del lavoro italiano, condotte grazie all’utilizzo di dati di fonte Inapp, confermano la stagnazione salariale e la contenuta produttività del lavoro, due caratteristiche oramai strutturali dell’economia italiana che neppure la contrattazione di secondo livello sembra riuscire a far ripartire anche a causa della sua scarsa diffusione tra le imprese. Emerge, inoltre, un mercato del lavoro in cui la componente femminile e quella dei trentenni scontano ancora ritardi nel tasso di occupazione rispetto alle rispettive controparti, un mercato in cui si osserva un continuo ricorso a forme atipiche di lavoro e con un costante aumento del numero di lavoratori che, dopo essersi dimessi volontariamente, sono alla ricerca di una nuova occupazione. Tale evidenza sembra contraddire l’ipotesi della grande ‘fuga dal lavoro’ a favore invece della necessità/volontà di ricollocarsi in un lavoro di buona qualità.it_IT
dc.description.abstractlowercapitolo 1 del rapporto inapp 2023 - propone dapprima una discussione del quadro macroeconomico che evidenzia come, nonostante la ripresa post-pandemica dell’italia sia stata più marcata rispetto a quella di altre economie avanzate, il nostro paese sopporti una forte riduzione del potere d’acquisto e un modello di sviluppo condotto dai profitti piuttosto che dai salari. le evidenze circa il funzionamento del mercato del lavoro italiano, condotte grazie all’utilizzo di dati di fonte inapp, confermano la stagnazione salariale e la contenuta produttività del lavoro, due caratteristiche oramai strutturali dell’economia italiana che neppure la contrattazione di secondo livello sembra riuscire a far ripartire anche a causa della sua scarsa diffusione tra le imprese. emerge, inoltre, un mercato del lavoro in cui la componente femminile e quella dei trentenni scontano ancora ritardi nel tasso di occupazione rispetto alle rispettive controparti, un mercato in cui si osserva un continuo ricorso a forme atipiche di lavoro e con un costante aumento del numero di lavoratori che, dopo essersi dimessi volontariamente, sono alla ricerca di una nuova occupazione. tale evidenza sembra contraddire l’ipotesi della grande ‘fuga dal lavoro’ a favore invece della necessità/volontà di ricollocarsi in un lavoro di buona qualità. il mercato del lavoro in italia: evidenze per ripensare le politiche del lavoroit_IT
dc.identifier.citationINAPP (2023) Il mercato del lavoro in Italia: evidenze per ripensare le politiche del lavoro, in "Rapporto Inapp 2023", Roma, Inapp, pp. 13-83 <https://oa.inapp.org/xmlui/handle/20.500.12916/4120>it_IT
dc.identifier.urihttps://oa.inapp.gov.it/handle/20.500.12916/4120
dc.language.isoitit_IT
dc.publisherInappit_IT
dc.subjectAnalisi econometricait_IT
dc.subjectMercato del lavoroit_IT
dc.subjectPolitiche dell'occupazioneit_IT
dc.titleIl mercato del lavoro in Italia: evidenze per ripensare le politiche del lavoroit_IT
dc.typeBook chapterit_IT
dc.type.relationBook chapter;

Files

Original bundle
Now showing 1 - 1 of 1
No Thumbnail Available
Name:
Inapp_Rapporto_2023_capitolo1.pdf
Size:
1.58 MB
Format:
Adobe Portable Document Format
Description:
Main document
License bundle
Now showing 1 - 1 of 1
No Thumbnail Available
Name:
license.txt
Size:
1.38 KB
Format:
Item-specific license agreed upon to submission
Description:

Collections