Il work-based learning da Leonardo a Erasmus+: nodi critici e sfide aperte

dc.contributor.authorBalduini, Anna Sveva
dc.contributor.authorFiacco, Franca
dc.contributor.authorVioli, Valentina Maria Grazia
dc.date.accessioned2017-03-24T14:08:52Z
dc.date.accessioned2021-06-30T17:32:50Z
dc.date.available2017-03-24T14:08:52Z
dc.date.available2021-06-30T17:32:50Z
dc.date.issued2017-03
dc.descriptionBalduini S.A., Fiacco F., Violi V.M.G., Il work-based learning da Leonardo a Erasmus+: nodi critici e sfide aperte, in “Osservatorio Isfol”, VI (2016), n. 3, pp. 59-82. Isfol OA: <https://isfoloa.isfol.it/handle/123456789/1052/workflow?workflowID=1557>it_IT
dc.description.abstractArticle. L’integrazione di momenti di apprendimento in contesti lavorativi (work-based learning - wbl) nei percorsi di qualificazione è un obiettivo chiave della strategia Europa 2020 e dei processi di riforma del mercato del lavoro e dei sistemi educativi e formativi che l’Italia sta realizzando (in particolare Jobs Act e Buona Scuola). D’altro canto, l’innalzamento della qualità dell’offerta formativa in una logica di rafforzamento del matching rispetto ai bisogni del mercato del lavoro e di work-based learning costituisce uno degli obiettivi prioritari di intervento dei Programmi comunitari Lifelong Learning-Leonardo da Vinci prima ed Erasmus+ 2014-2020 oggi. Partendo da una panoramica sulle evoluzioni delle policies europee e nazionali in materia, e sulla base delle numerosissime esperienze di wbl realizzate nei Programmi, attraverso l’azione di Mobilità e con le azioni di sperimentazione formativa e di networking, il presente contributo approfondisce gli acquis, i nodi critici, le sfide aperte e le possibili piste di lavoro per lo sviluppo e la promozione dell’apprendimento work-based nei sistemi e nelle prassi. 3/2017it_IT
dc.description.abstractlowerarticle. l’integrazione di momenti di apprendimento in contesti lavorativi (work-based learning - wbl) nei percorsi di qualificazione è un obiettivo chiave della strategia europa 2020 e dei processi di riforma del mercato del lavoro e dei sistemi educativi e formativi che l’italia sta realizzando (in particolare jobs act e buona scuola). d’altro canto, l’innalzamento della qualità dell’offerta formativa in una logica di rafforzamento del matching rispetto ai bisogni del mercato del lavoro e di work-based learning costituisce uno degli obiettivi prioritari di intervento dei programmi comunitari lifelong learning-leonardo da vinci prima ed erasmus+ 2014-2020 oggi. partendo da una panoramica sulle evoluzioni delle policies europee e nazionali in materia, e sulla base delle numerosissime esperienze di wbl realizzate nei programmi, attraverso l’azione di mobilità e con le azioni di sperimentazione formativa e di networking, il presente contributo approfondisce gli acquis, i nodi critici, le sfide aperte e le possibili piste di lavoro per lo sviluppo e la promozione dell’apprendimento work-based nei sistemi e nelle prassi. 3/2017 il work-based learning da leonardo a erasmus+: nodi critici e sfide aperte anna sveva balduini franca fiacco valentina maria grazia violiit_IT
dc.identifier.citationBalduini S.A., Fiacco F., Violi V.M.G., Il work-based learning da Leonardo a Erasmus+: nodi critici e sfide aperte, in “Osservatorio Isfol”, VI (2016), n. 3, pp. 59-82it_IT
dc.identifier.issn0391-3775
dc.identifier.urihttps://oa.inapp.gov.it/handle/20.500.12916/2444
dc.language.isoitit_IT
dc.publisherISFOLit_IT
dc.subjectProgrammi e iniziative comunitarieit_IT
dc.subjectMobilitàit_IT
dc.subjectFormazione sul lavoroit_IT
dc.titleIl work-based learning da Leonardo a Erasmus+: nodi critici e sfide aperteit_IT
dc.typeArticleit_IT
dc.type.relationArticle;

Files

Original bundle
Now showing 1 - 1 of 1
No Thumbnail Available
Name:
Oss_3_2016_Balduini_Fiacco_Violi.pdf
Size:
133.38 KB
Format:
Adobe Portable Document Format
License bundle
Now showing 1 - 1 of 1
No Thumbnail Available
Name:
license.txt
Size:
279 B
Format:
Plain Text
Description: